Capitolo custodiale ordinario della Custodia di Francia-Belgio 2014 - seconda parte

Appunti01Capitolo custodiale ordinario della Custodia di Francia-Belgio 2014 - seconda parte
Lourdes, 27-30 aprile 2014
 
Si sono svolti nei giorni tra domenica 27 e mercoledì 30 aprile i lavori capitolari della seconda parte del capitolo della Custodia Francia-Belgio. (PER LA PRIMA PARTE DEL CAPITOLO LEGGI QUESTO POST)
 
Vi sono ritornato come preside, insieme all'assistente generale Cimp, f. Joaquin Agesta.
Come nella prima parte (9-12 marzo), il clima fraterno è stato buono e l'essere nella nostra casa "San Massimiliano M. Kolbe" di Lourdes ha senz'altro favorito la preghiera e l'affidamento alla Vergine, presso la grotta di Massabielle, di quanto s'è intuito e trattato.
 
Il primo giorno e mezzo è stato speso nel predisporre il PCQ (progetto custodiale quadriennale) 2014-2018 sulla scorta di quanto era emerso nella prima parte e nel successivo lavoro nei conventi.
Pilastri del PCQ sono la preghiera, la fraternità, la missione. Si respira in tale testo una freschezza di radicalità: essere uomini di Dio, prendere sul serio la vita fraterna, vivere con coraggio la missione. E si coglie che non sono solo parole ma quanto i frati cercano di vivere nella ricchezza di appartenere a più giurisdizioni e di osare, -complice anche l'età media bassa ma più ancora una passione scelta e condivisa-, il Vangelo.
 
S'è quindi affrontato il tema Lourdes approdando poi a una mozione specifica: la decisione di chiedere siano fatti i passi necessari perché diventi convento a tutti gli effetti.
 
appunti02Infine l'elezione dei guardiani: a Bruxelles, fr. Daniel Thevenet, a Cholet, fr. Jean Fracois Auclair, a Tarbes, fr. Berrnard Cerles, a Narbonne, fr. Francois Bustillo, (per Lourdes s'attende l'erezione canonica) mentre è stato eletto rettore del postulato e dell'"Anno San Francesco" di Cholet, fr. Emidio Ubaldi.
Come Economo custodiale è stato votato fr. Luigi Cenci.

Da parte mia, nell'intervento conclusivo, ho ribadito la vicinanza non solo geografica, ma soprattutto affettiva che desideriamo come Provincia madre avere nei confronti della Custodia, nella disponibilità a continuare ad assicurare l'aiuto per la formazione iniziale e quanto può esser di utilità alla Custodia e nel desiderio di uno scambio di doni: un dare e un ricevere che può far bene anche a noi Provincia, ad es. nella provocazione di alcune scelte e stili di vita fraterna in adesione al carisma.
fr. Giovanni Voltan, ministro provinciale
 
© 2019 Provincia Italiana di S.Antonio di Padova | Privacy & Cookies
Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità alla direttiva europea 2009/136/CE. Accetto Informativa