Racconto di viaggio - Pascua Riojana, alegrìa de toda la Iglesia

201904martires  1lowArgentina: ‘Pascua Riojana, alegrìa de toda la Iglesia’

Materiali multimediali
  • album fotografico, QUI;
  • video della beatificazione, QUI;
  • video inno beatificazione, QUI;
  • pagina web del nostro sito sulla beatificazione di fr. Carlos, QUI;
  • ...

Dopo aver partecipato all’esperienza di beatificazione dei quattro martiri Riojani in Argentina, sentiamo il dovere di ringraziare prima di tutto il Signore per averci donato la vita e l’esempio di fede di questi quattro fratelli che, come qualcuno sottolineava, sono rappresentanti di migliaia di morti colpiti dalla repressione della dittatura argentina.

Vogliamo ringraziare Papa Francesco, che ha promosso e proclamato martiri questi quattro uomini: il popolo argentino accorso in massa, sempre si emozionava ed applaudiva quando si nominava il nome del Papa.

Per noi, fr. Adriano Zorzi e fr. Valerio Folli, è d’obbligo ringraziare la Provincia Italiana sant’Antonio di Padova che ci ha inviato come suoi rappresentanti, perché Carlos de Dios Murias si formò e morì martire quando la Custodia Rioplatense era parte della Provincia Patavina. Perciò lo sentiamo come “nostro” beato e potremmo ricordarlo come tale nella sua festa che sarà il 17 luglio insieme agli altri martiri.

201904martires  3Per fr. Adriano è stata anche l’incoronazione di un sogno dopo ben 47 anni di ordinazione, perché il primo sogno era quello di essere missionario in Argentina: per questo era andato ad Elizondo, in Spagna, per imparare la lingua spagnola. Poi la Provvidenza cambiò i progetti, ma ringraziamo il Signore perché è stata fatta la Sua volontà.

Il giorno 27 aprile u.s., in un grande parco cittadino di La Rioja – un parco più esteso di quello del Prato della Valle –, fin dalle prime ore del mattino c’è stata l’occupazione pacifica, semplice e con grandissima fede e partecipazione di migliaia di fedeli. In quest’area è stata allestita la solenne celebrazione per la beatificazione dei martiri Riojani: Enrique Ángel Angelelli Carletti (Vescovo di La Rioja), Gabriel José Rogelio Longueville (Sacerdote diocesano), Carlos de Dios Murias (sacerdote religioso dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali) e Wenceslao Pedernera (Padre di famiglia).

201904martires  5Durante la celebrazione non sono mancate le autorità religiose, in particolare con la presenza del Card. Angelo Beciu, il Nunzio Apostolico Leòn Kalenga e più di 60 vescovi argentini e alcuni stranieri (altri erano a Roma, una trentina, già partiti per la visita ad Limina: anche loro hanno celebrato la festa dei beati martiri nella città eterna).

Massiccia è stata la presenza dei Frati Minori Conventuali, una settantina di persone arrivate dall’America Latina, dall’Europa e anche dall’Africa: naturalmente c’era anche il Ministro Generale e quasi tutto il suo definitorio.

Un evento importante sottolineato sia dalle parole del Regina coeli di Papa Francesco, sia dai mezzi di comunicazione locali: televisione, radio e giornali. La presenza della Chiesa poi, era rappresentata in modo particolare da questi santi martiri: un vescovo, un sacerdote, un religioso e un laico.

Mancavano le donne, ma loro sono state le martiri viventi: le sorelle di fr. Carlos de Dios Murias, la moglie e le figlie del laico Wenceslao Pedernera, le nipoti di p. Gabriel José Rogelio Longueville e la nipote del Vescovo Enrique Ángel Angelelli Carletti. Una presenza forte, che ha vissuto il martirio dei propri cari con grande fede e sofferenza.

Dopo la celebrazione della beatificazione, abbiamo continuato a partecipare all’Eucarestia di ringraziamento nei luoghi in cui vennero uccisi o prelevati i martiri: a Sañogasta, nel paese in cui visse Wenceslao; a Chamical, nella parrocchia in cui svolsero servizio Carlos e Gabriel; a Punta de lo Llanos, luogo del martirio del beato Enrique Angelelli.

Continua e costante l’affluenza dei fedeli, dei sacerdoti, dei vescovi e dei religiosi: un segno di grande affetto e fiducia da parte delle persone intervenute, alcune delle quali avevano persino conosciuto personalmente i martiri.

Al termine di questo breve resoconto, non possiamo dimenticare nei nostri ringraziamenti i frati della comunità conventuale di José Leòn Suarez - quartiere della prima periferia di Buenos Aires -, che ci hanno accompagnato negli ultimi giorni della nostra permanenza in Argentina: durante questa visita, abbiamo potuto conoscere il loro lavoro pastorale e sociale in questa zona molto povera e difficile della città. È stata veramente una catechesi esperienziale continua! Anche a loro e a tutti: muchas gracias!

Fr. Adriano e fr. Valerio



CARTA APOSTÓLICA
Nosotros,
acogiendo el deseo de nuestro Hermano
Mons. Dante Gustavo Braida, obispo titular de la diócesis de La Rioja,
de muchos otros Hermanos en el Episcopado
y de muchos Fieles,
después de haber obtenido el parecer
de la Congregación de las Causas de los Santos,
con Nuestra Autoridad Apostólica
concedemos
que los Venerables Siervos de Dios
Enrique Ángel Angelelli Carletti, Obispo de La Rioja,
Gabriel José Rogelio Longueville, Sacerdote diocesano,
Carlos de Dios Murias, sacerdote profeso
de la Orden de Frailes Menores Conventuales,
y Wenceslao Pedernera, Padre de Familia,
mártires y discípulos _eles de Cristo,
insignes testimonios de Su Reino de justicia y de caridad,
de ahora en adelante sean llamados Beatos
y que sea celebrada cada año, en los lugares
y según las reglas establecidas por el derecho,
el 17 de julio
día de su nacimiento al Cielo.
En el nombre del Padre, y del Hijo, y del Espíritu Santo.
Amén.
Dado en Roma, junto a San Pedro
el día 27, del mes de marzo
del año del Señor 2019, séptimo de nuestro Ponti_cado
Papa Francisco
.

 .

.
la registrazione della beatificazione



 .


HIMNO A LOS MÁRTIRES
¡Que vivan Los cuatro mártires
Enrique, y sus compañeros
Carlos, Gabriel, Wenceslao
en la tierra y en el cielo!
¡Felices los perseguidos
por practicar la justicia!
Con su lucha y con su ofrenda
traen la buena Noticia.

Obispo Enrique Angelelli,
Pastor santo, Padre Bueno,
amaste al Pueblo, a la Iglesia
con tus palabras y gestos. En Argentina,
tu voz es una luz de esperanza
y tu solidaridad
Justicia y Paz nos alcanza.

Carlos Murias,
sacerdote Franciscano conventual,
tu juventud entregaste en tierras de Chamical.
Como a Jesús, el maestro,
te quisieron silenciar y
ahora vivis en tu pueblo:
no callaste la verdad.

Padre Gabriel Longeville
misionero y artesano,
con tu cruz y tu paciencia
diste a Cristo a tus hermanos.
Compañero y servidor
desde Francia hasta los Llanos,
agradecemos los dones
que derramaron tus manos.

Wenceslao Pedernera
campesino luchador,
tu familia agradecemos
el testimonio de amor:
en tus ultimas palabras
“No tengan odio”, se oyó.
Y tu sangre en Sañogasta
es recuerdo y es valor.


.

.

© 2019 Provincia Italiana di S.Antonio di Padova | Privacy & Cookies
Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità alla direttiva europea 2009/136/CE. Accetto Informativa