Festa comunità Lisbona

voltFesta di S. Massimiliano Kolbe a Lisbona: 30 anni di presenza in stile francescano
 
Nei giorni dal 18 al 23 Giugno 2013, si è realizzata la festa patronale di S. Massimiliano Kolbe. Quest'anno i forma più solenne per ricordare i 20 anni dalla inaugurazione e consacrazione della chiesa parrocchiale (19.06.1993) e i 30 anni dell'arrivo dei frati a Lisbona (15.02.1983).
 
Alla festa abbiamo fatto coincidere la visita ai frati della Delegazione del Ministro Provinciale, Fra Giovanni Voltan, in preparazione della seconda parte del Capitolo ordinario della nuova Provincia Italiana di Sant'Antonio di Padova.
 
Oltre a un triduo in preparazione alla festa, celebrata la domenica 23 Giugno, ci sono stati altri momenti significativi: un concerto dei piccoli e grandi talenti della comunità parrocchiale, il venerdì 21 Giugno; l'attuazione di vari gruppi musicali e di danze legati alla Parrocchia e al Centro Sociale Parrocchiale S. Massimiliano Kolbe, stand's gastronomici e gruppi folcloristici con danze tradizionali.
 
Momenti alti sono stati l'Eucaristia e la Processione di domenica 23 Giugno, presiedute dal Ministro Provinciale. Dalle 10 del mattino fino alle 13.30 molta gente si è unita per le celebrazioni e manifestazioni di fede. Sono stati ricordate la realtà sociale ed ecclesiale agli inizi della Parrocchia, il lavoro pastorale svolto dalle comunità dei frati e dai laici in questi anni, la chiesa come «casa del Signore tra le case degli uomini» e il «nuovo» a cui il Signore ci chiama guardando al futuro di questa e queste comunità che vivono la propria fede in questa «Valle di Chelas» (valle delle conchiglie).
 
P. Giovanni Voltan, ha portato in processione per le arterie dei popolosi quartieri, la reliquia di S. Massimiliano (ex capilli) donata al Guardiano del Convento S. Massimiliano Kolbe di Lisbona, Fra Fabrizio Bordin, dal guardiano del Convento di Niepokalanów (Varsavia), dopo il recente Capitolo Generale. È stata quindi ricavata e inaugurata una nicchia tra la statua della Vergine Maria e quella di S. Massimiliano Kolbe, per esporre alla venerazione della comunità l'originale reliquia del Santo, ricordando ai fedeli la sua testimonianza di amore all'Immacolata, di zelo missionario e di eroicità nel martirio nel campo di Auschwitz.
 
Nel tardo pomeriggio del giorno 23 giugno, si sono uniti gli altri frati della Delegazione per condividere i momenti finali della festa e partecipare all'incontro conclusivo con il Provinciale nel giorno del suo onomastico, solennità di S. Giovanni Battista, il 24 giugno.
 
L'incontro si è chiuso con l'Eucaristia presieduta da P. Giovanni e con un pranzo fraterno e alla moda portoghese, un buon «bacalhau» preparato dalla signora Maria do Rosário.
 
Riprendendo un'immagine fotografica che si staglia davanti ai nostri occhi ogni giorno, quando apriamo la finestra - il luccicchio del «rio Tejo», il fiume Tago - immaginiamo questi 20 anni della chiesa di S. Massimilioano, come un grande fiume di belle e variopinte liturgie, di abbondanza nella vita sacramentale, di fecondità spirituale, caritativa e di santità, uscite come una corrente in piena da questa chiesa. Ma siamo pure coscienti che abbiamo bisogno di molta misericordia del Signore, di rinnovato entusiasmo e passione missionaria, di maggiore attenzione e amore per i più piccoli e più poveri, e di nuove strutture (per la catechesi soprattutto) per continuare a scrivere nuove pagine di evangelizzazione e di presenza francescana nella storia di questa comunità cristiana che ha, in S. Massimiliano Kolbe, il suo modello di vita e di santità.
 
Fabrizio Bordin
Lisbona 26 Giugno 2013



© 2019 Provincia Italiana di S.Antonio di Padova | Privacy & Cookies
Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità alla direttiva europea 2009/136/CE. Accetto Informativa