padre Girolamo Maria Biasi, Venerabile.


20181222biasi1Carissimi frati,
oggi, sabato 22 dicembre 2018, la Sala Stampa della Santa Sede, nel suo Bollettino quotidiano, ha comunicato che:
 
Il pomeriggio del 21 dicembre 2018, il Santo Padre Francesco ha ricevuto in udienza Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Angelo Becciu, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Durante l’Udienza, il Sommo Pontefice ha autorizzato la Congregazione a promulgare il Decreto riguardante:
  • le virtù eroiche del Servo di Dio Girolamo Maria Biasi (al secolo: Arcangelo), Sacerdote professo dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali; nato a Sfruz (oggi Italia) il 7 dicembre 1897 e morto a Camposampiero (Italia) il 20 giugno 1929.
È una bella notizia per la quale gioire e ringraziare il Signore!

Essa riguarda non solo il nostro Ordine, e in particolare la nostra Provincia, ma anche la Diocesi di Treviso, nella quale si è svolta a suo tempo l’Inchiesta diocesana, e l’Arcidiocesi di Trento, nella quale il nostro Venerabile Girolamo M. Biasi è nato e cresciuto nella fede.

Allego QUI la nota esplicativa redatta dal Vicepostulatore.

Ci rallegriamo anche perché alla nostra Famiglia Francescana è stato donato un altro Venerabile, perché il Papa ha approvato le virtù eroiche del Servo di Dio P. Melchiorre (Giuseppe) Fordon: così la notizia resa nota oggi, assieme a quella riguardante il nostro P. Girolamo M. Biasi:
  • le virtù eroiche del Servo di Dio Melchiorre Fordon (al secolo: Giuseppe), Sacerdote professo dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali; nato a Grodno (oggi Bielorussia) il 5 agosto 1862 e ivi morto il 27 febbraio 1927.
20181222fordomAlcune notizie: il Servo di Dio Melchiorre (Giuseppe) FORDON, sacerdote già della Diocesi di Vilnius, fu superiore del nostro convento di Grodno, allorché esso nel 1919 fu restituito alla Provincia di Polonia, morto il 27 febbraio 1927 a Grodno, allora territorio della Polonia, annesso poi all’URSS ed ora facente parte della Repubblica di Bielorussia. La Postulazione generale tentò di promuovere la Causa di canonizzazione già nel 1964, ma ciò fu possibile soltanto nel 1991, con l’indipendenza della Bielorussia e la costituzione della Diocesi di Grodno. Con il consenso del Vescovo di Grodno il processo diocesano fu istruito a Varsavia, con autorizzazione della Congregazione per le Cause dei Santi, concessa il 1 settembre 1993. L’inchiesta diocesana, seguita con sollecitudine dal Vicepostulatore fra Gregorio Bartosik, coadiuvato da Grodno da fra Giuseppe Makarczyk, ebbe inizio il 30 giugno 1997 e fu completata il 21 settembre 1998. Presentato a Roma, il transunto degli Atti dell’inchiesta fu aperto con decreto del 12 novembre 1998, mentre il successivo decreto di validità degli stessi Atti fu emanato esattamente un anno dopo, il 12 novembre 1999, sanando un presunto difetto formale, a motivo dell’assenza del consenso della Conferenza Episcopale regionale. Per conto della Postulazione generale si sta procedendo alla traduzione di uno dei volumi del processo, dopo di che si chiederà la nomina del relatore della Causa e si avvierà lo studio per la redazione della “Positio super vita, virtutibus et fama sanctitatis” di questo Servo di Dio, che negli ultimi anni di vita fu pure confessore e consigliere di san Massimiliano Kolbe.
 
Un fraterno saluto, augurandovi serene e sante Festività Natalizie!
 
fra Giovanni Voltan
Ministro provinciale
© 2019 Provincia Italiana di S.Antonio di Padova | Privacy & Cookies
Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità alla direttiva europea 2009/136/CE. Accetto Informativa