Tredicina di s.Antonio 2019 in Basilica del Santo
fr. Giovanni Voltan eletto Definitore generale dei francescani conventuali - La provincia ora guidata dal Vicario provinciale fr. Roberto Brandinelli
CAPITOLO GENERALE ORDINARIO 2019 OFMCONV
Apertura nuova mostra multimediale su Sant'Antonio
SETTIMANE FORMATIVE 2019 - Passaggi di Vita
Avviato il progetto di restauro della Chiesa di San Francesco del Prato in Parma
Capitolo Provinciale Straordinario 2018
Capitolo provinciale ordinario 2017
album foto della vita della provincia
raccolta video di eventi della provincia

Capitolo provinciale ordinario 2013


foto capitolari pisap 20130416 low
 Il 16 aprile 2013 sì è conclusa a Camposampiero, presso la Casa di Spiritualità dei Santuari Antoniani, la prima parte del capitolo ordinario della "Provincia Italiana di Sant'Antonio di Padova" dei frati minori conventuali (OFMConv).

Il 15 luglio è iniziata la seconda parte.

Il capitolo vive due fasi di lavori, sempre a Caposampiero: In questa sezione del sito potrai seguire i lavori del capitolo.



Genesi della nascita della nuova Provincia:
  • le tappe in breve, clicca qui;
  • un excursus storico, a cura di p. Giovanni Voltan, presentato in occasione delle settimane formative 2013 (clicca qui per leggere il testo - n.b.: bloccata la stampa o la copia del medesimo)
  • ...
Indicazioni preliminari:
  • elenco dei delegati al capitolo, clicca qui (n.b.: pdf protetto, solo stampa, no copia-incolla)
  • ...

Comunicati stampa:

Fotocronaca:

Rassegna stampa:

 



 Cronaca delle giornate capitolari:

 



 Seconda parte del capitolo provinciale, Camposampiero, 15-27 luglio 2013.

csp01Lunedì 15 luglio 2013 - I frati capitolari si riuniscono a metà mattinata a Camposampiero, presso la Casa di spiritualità dei santuari Antoniani, provenendo dalle loro rispettive comunità o luoghi di servizio.
Alle 10:30 la preghiera liturgica dell'Ora media apre i lavori comunitari: è presieduta dal Ministro generale fr. Marco Tasca, ed è introdotta dal canto del "Veni creator". La lettura breve è sostituita dal brano biblico di Atti 11,19-26: segue una lunga ed articolata 'lectio' sul brano biblico offerta da fr. Nicola Zuin.
Al termine si apre un tempo di silenzio e meditazione per tutti i capitolari, che si concluderà con il pranzo.

Nel pomeriggio il Capitolo ha ricevuto la visita di mons. Gianfranco Agostino Gardin, vescovo di Treviso, già ministro generale OFMConv. Il vescovo era invitato a tenere una relazione alla luce della lettura dell'instrumentum laboris preparato per il capitolo.
Mons. Gardin ha offerto una lunga ricognizione sul testo alla luce della sua lunga esperienza sia nell'ordine minoritico che ora come pastore di una chiesa locale.
Dopo il lavoro dei sottogruppi che ha tenuto impegnati i capitolari per circa un'ora, si è ritornati in aula per presentare al relatore alcune considerazioni e domande scaturite dal suo intervento. Mons. Gardin ha ripreso con puntualità e ampiezza i temi sollecitati dai capitolari.

Alle 19.00 la santa messa presieduta da mons. Gardin ha celebrato la riapertura dei lavori capitolari, nel festoso ricordo di san Bonaventuara da Bagnoregio commemorato dalla liturgia odierna.

La cena fraterna ha concluso l'intensa prima giornata di capitolo.



• Martedì 16 luglio - La giornata inizia con la celebrazione eucaristica presieduta da fr. Marco Tasca, ministro generale OFMConv.
Alle 9.00 in aula i capitolari rispondono all'appello formale di riapertura dei lavori.
Il ministro provinciale, fr. Giovanni Voltan, illustra i lavori calendarizzati per i prossimi giorni: probabilmente si potrà concludere il capitolo il 24 luglio.

Fr. Oliviero Svanera, invitato dal ministro provinciale, presenta brevemente l'instrumentum laboris già nelle mani dei capitolari e delle comunità da tempo: da questa traccia si svilupperà la stesura definitiva del PPQ (progetto provinciale quadriennale).
Si scioglie l'assemblea per rimandare i frati nei cinque sotto gruppi per l'analisi del testo e per il dibattito. I segretari dei sotto gruppi produrrano poi delle sintesi da condividere in sessione plenaria.

Nel pomeriggio, dopo la preghiera dell'ora media, in aula i segretari dei sottogruppi riportano le sintesi dei lavori del mattino. Segue un breve scambio per altre sottolineature e precisazioni sul progetto in elaborazione dall'instrumentum laboris.
Dopo una breve pausa, i lavori procedono con la presentazione della scheda "Messaggero di S.Antonio", con interventi del ministro provinciale fr. Giovanni Voltan, fr. Oliviero Svanera e fr. Ugo Sartorio. E' seguito poi il lavoro di approfondimento nei sottogruppi sulla medesima tematica.
La preghiera dell'ufficio delle letture e del vespro ha concluso la giornata. 

CIMG5562• Mercoledì 17 luglio - La santa messa mattutina presieduta da fr. Joaquin Agesta, assistente generale OFMConv, apre la giornata capitolare.
Dopo un'ulteriore sessione di lavoro di sottogruppo, i frati capitolari si ritrovano in aula: i segretari dei gruppi relazionano con le sintesi circa la scheda "Messaggero di S.Antonio". Si apre poi lo spazio per ulteriori interventi in aula.
Dopo una pausa dei lavori, si riprende in aula. Vengono presentate la scheda "Qualcosa di nuovo", la lettera al capitolo scritta dai professi temporanei del Seminario Teologico S.Antonio Dottore, e la lettera dei frati "under 50" indirizzata da molto tempo ai frati della Provincia.
I lavori sono proseguiti nei sottogruppi di approfondimento.

A metà pomeriggio, sessione plenaria. Viene presentata la scheda su "Animazione vocazionale" da fr. Francesco Ravaioli: sarà l'oggetto di approfondimento di domani per tutti i capitolari.
Poi i segretari dei sottogruppi relazionano su quanto raccolto circa la scheda "Qualcosa di nuovo": segue un ampio dibattito in aula.
Infine fr. Fabio Scarsato, come portavoce del gruppo dei saggi, propone all'assemblea la prima stesura riveduta del PPQ.

Dopo la preghiera serale e la cena, fr. Giorgio Silvestri, economo generale OFMConv, propone una relazione ampia e dettagliata sulla crisi economica mondiale e i suoi effetti planetari.

• Giovedì 18 luglio - E' fr. Gianni Cappelletto, ex ministro provinciale della Provincia Patavina - a presiedere la celebrazione eucaristica del mattino.
La ripresa dei lavori vede i sottogruppi in verifica della scheda "Animazione vocazionale" presentata ieri sera.
Alle 11:30 riprendono i lavori in sessione plenaria. Dopo l'appello dei vocali, e dopo una verifica in aula del testo presentato dal consiglio di presidenza del Capitolo, si passa alla votazione della mozione su il "Messaggero di S.Antonio".

Nel pomeriggio si è proceduto all'analisi della bozza PPQ e alla proposta di mozione della scheda "Qualcosa di nuovo": dopo attento e lungo dibattito si è giunti alla votazione e approvazione dei due documenti.
Poi i segretari dei sottogruppi hanno riferito le osservazioni dei frati circa la scheda "Animazione vocazionale".
Infine, fr. Giancarlo Capitanio ha presentato la scheda "Carceri: nostra presenza" come inserita nell'instrumentum laboris. Sarà oggetto di approfondimento nella giornata di domani.


Appunti01• Venerdì 19 luglio - La giornata inizia con la celebrazione eucaristica comunitaria, presieduta da fr. Maurizio Bridio, delegato provinciale dal Chile.
I lavori poi proseguono nei sottogruppi, dove si analizza la scheda su "Carceri: nostra presenza" e si elaborano le risonanze da portare in assemblea.
Alle 11:00 i lavori riprendono in forma plenaria: i segretari dei sottogruppi relazionano sul lavoro svolto nel mattino. Segue il dibattito.

Alle 12:00 - come previsto dal programma - i frati capitolari vengono visitati da due rappresentati dell'OFS, le signore Marina Mazzago (ministra OFS del Veneto) e Elisabetta Frejamille (vice-ministro OFS dell'Emilia). Le due ospiti portano i saluti delle numerose fraternità OFS presenti nei territori di competenza, nonché alcune sottolineature offerte dal consiglio OFS d'Italia, insieme a alcune linee d'attenzione manifestate dalla situazione oggettiva di chiusure di conventi (da parte di tante famiglie del primo ordine) in zone dove permangono fraternità OFS.

Nel pomeriggio: analisi in aula della mozione su "Animazione vocazionale" e votazione della medesima; analisi della mozione su "Formazione permanente" aggiunta grazie alla riflessione capitolare; approvazione del paragrafo finale-conclusivo del PPQ; stesura di una lettera ufficiale dei frati capitolari ai frati post-novizi in risposta alla loro lettera al capitolo; presentazione in aula della scheda su "Accoglienza per frati anziani ed ammalati" da parte di fr. Carlo Comini, con successivo avvio del dibattito tra i presenti. Si proseguirà a partire da questo tema da domattina.

Dopo cena, i frati capitolari sono invitati alla esibizione di un recital basato sul musical "Kolbe: fare della vita un dono", tenuto presso il parco di Villa Campello. Erano presenti l'autore Daniele Ricci e altri tre cantanti del cast. Tra gli ospiti, anche il vescovo di Treviso, mons. Gianfranco Agostino Gardin. L'evento era aperto alla cittadinanza e molti hanno approfittato della bella serata estiva per apprezzare le musiche ed i testi che narrano in modo moderno le vicende del santo martire polacco, frate minore conventuale, amico di fr. Girolamo Biasi venerato in Santuario Antoniano a Camposampiero.



• Sabato 20 luglio - La santa messa del mattino è presieduta da fr. Mauro Gambetti, custode del Sacro Convento in Assisi: si celebra la messa a "Santa Maria, salute degli infermi" in particolare ricordo dei frati anziani e ammalati che partecipano con la loro preziosa preghiera al Capitolo.
Il lavoro riprende poi nei sottogruppi, dove si analizza la scheda su "Accoglienza per frati anziani ed ammalati". Alle 11.00 riprende il lavoro in aula: si ascoltano i segretari dei sottogruppi e poi si apre il dibattito in aula sul tema.
Restano da approvare le mozioni su "Carceri" e "Accoglienza per frati anziani ed ammalati": lo si farà alla ripresa dei lavori.

Il ministro provinciale offre alcune informazioni, poi lascia la parola al ministro generale che condivide con i capitolari alcune note fraterne sulla vita dell'Ordine. P. Marco Tasca è in partenza per le giornate a Rio della JMJ: i capitolari ringraziano della sua presenza e lo pregano di portare i saluti della fraternità provinciale a tutti i giovani che saranno a Rio accompagnati dai nostri frati dell'Ordine.
Con il pranzo i lavori sono sospesi per gli impegni pastorali-ministeriali del fine settimana: riprenderanno lunedì 22 luglio alle ore 15.30.

Lunedì 22 luglio - I frati capitolari si ritrovano nel pomeriggio, come concordato, per la preghiera dell'ora media in cappella.
I lavori poi riprendono in aula. Il ministro provinciale, fr. Giovanni Voltan, avvisa i capitolari che in mattinata è giunta dalla Santa sede la nomina da parte di papa Francesco del nuovo delegato pontificio per la basilica del Santo, nella persona di mons. Vittorio Lanzani (leggi qui l'approfondimento ).
Il ministro provinciale ringrazia per la cura espressa dal pontefice, e invita il portavoce ufficiale del capitolo – fr. Egidio Monzani – a stendere una lettera di saluto al nuovo delegato da parte di tutti i frati capitolari.
Sempre in mattinata il ministro provinciale ha ricevuto una telefonata dalla Segreteria di stato, che lo avvisava che sarà il nuovo delegato pontificio a sciogliere la riserva sulla nomina del rettore della basilica del Santo (tra la terna di frati già indicata nella prima parte del capitolo provinciale).

A questo punto il segretario del capitolo – fr. Francesco Panizzolo – provvede all'appello dei vocali e predispone il sistema elettronico di voto. Il ministro provinciale propone il programma dei lavori i della giornata.

Si passa dunque all'analisi della mozione predisposta dal consiglio di presidenza circa le "Carceri", frutto della sintesi dei dati raccolti nei sottogruppi. Il testo viene fatto oggetto di verifica e modifica in aula. Infine viene approvato con votazione.
Allo stesso modo si presenta la mozione circa "Accoglienza per frati anziani ed ammalati". Dopo il dibattito in aula, con proposta di modifiche al testo presentato, il medesimo viene messo ai voti: la mozione è approvata.
Si passa quindi all'approvazione formale e finale del PPQ definitivo, sempre per mezzo di voto.

Si prendono in considerazione poi alcuni temi economici, argomenti che vengono presentati dall'economo provinciale fr. Carlo Comini. Dopo alcuni chiarimenti e l'intervento dell'economo generale, fr. Giorgio Silvestri, si passa alla votazione dei progetti presentati, che vengono approvati

La santa messa delle ore 19:00, presieduta da fr. Bortolino Maistrello - delegato della Custodia del Ghana - conclude il pomeriggio di lavori.

IMG 3292lowMartedì 23 luglio – La giornata inizia nella celebrazione mattutina, nella festa di santa Brigida, patrona d’Europa: a presiederla è fr. Fabrizio Bordin, delegato della Custodia Provinciale del Portogallo.

I lavori poi riprendono in aula. Viene presentata una modifica alla mozione sulle “Carceri” e approvata dopo votazione.
Seguendo poi la prassi regolamentare vengono rimesse al voto tutte le mozioni prodotte al Capitolo, nel loro insieme: anche questa votazione ha esito positivo.
Viene così chiusa ufficialmente dal segretario del Capitolo, fr. Francesco Panizzolo, la quinta sessione del Capitolo provinciale; di seguito si apre la sesta sessione, per l’elezione dei guardiani e altri incarichi provinciali.

Il ministro provinciale, fr. Giovanni Voltan, illustra il lavoro svolto in questi mesi dal definitorio per cercare di comporre delle fraternità ben assortite ed adatte al servizio richiesto. Lui stesso ha visitato la quasi totalità delle comunità, insieme a fr. Oliviero Svanera e fr. Giancarlo Zamengo per quelle che lui stesso non poteva raggiungere. Le nuove comunità sono di almeno 4 frati, per garantire la vita fraterna e la vivibilità.
Il ministro ha constatato grande disponibilità da parte dei frati per l’itineranza e/o assunzione di incarichi, e ringrazia tutti. Preannuncia la necessità di un incontro per i guardiani (molti sono al primo incarico) previsto il 16-17 settembre p.v. a Camposampiero.

Si passa così alla presentazione di ogni singola comunità e alla proposta del frate guardiano. Al termine di ogni elezione il ministro presenta anche la formazione della comunità in oggetto in base alle ‘obbedienze’ ricevute dai frati.

IMG 3285lowAl termine di questa procedura risultano eletti: comunità di BOLOGNA (9 frati), guardiano fr. Leopoldo FIOR; comunità di BRESCIA (11 frati), guardiano fr. Giancarlo PARIS; comunità di CAMPOSAMPIERO (22 frati), guardiano fr. Valentino MARAGNO; comunità di COMO (6 frati); guardiano fr. Marco PELLEGRINI; comunità di FAENZA (8 frati), guardiano fr. Cesare BERARDI; comunità di FERRARA (5 frati), guardiano fr. Orazio BRUNO; comunità di GAZZOLO (4 frati), guardiano fr. Franco GIRALDI; comunità di GENOVA-ALBARO (7 frati), guardiano fr. Ottavio CARMINATI; comunità di GENOVA-BOCCADASSE (4 frati), guardiano fr. Pietro FRANCO; comunità di GENOVA-BOLZANETO (3 frati, verrà chiusa il 31 agosto 2014 come già deciso), guardiano fr. Renato GATTI; comunità di LONGIANO (6 frati), guardiano fr. Mirko MONTAGUTI; comunità di MESTRE (5 frati), guardiano fr. Gelindo MIOLO; comunità di MILANO (8 frati), guardiano fr. Franco GHEZZI; comunità di NOVENTA PADOVANA (5 frati), guardiano fr. Giovanni PALLEVA; comunità di PADOVA-SANTO (58 frati), in attesa della scelta del Vaticano; comunità PADOVA-ARCELLA (8 frati), guardiano fr. Fernando SPIMPOLO; comunità di PADOVA-SANT’ANTONIO DOTTORE (14 frati + 3 casa filiale), guardiano fr. Antonio RAMINA; comunità di PARMA (3 frati), guardiano fr. Giancarlo BETTETO; comunità di PEDAVENA (6 frati), guardiano fr. Antonio ZANIN; comunità di RAVENNA (6 frati), guardiano fr. Germano TOGNETTI; comunità di RIMINI (7 frati), guardiano fr. Giuseppe BIGOLARO; comunità di ROVERETO (5 frati); guardiano fr. Nicola RICCADONA; comunità di SAN PIETRO DI BARBOZZA (15 frati), guardiano fr. Mario FALDANI; comunità di SANZENO (4 frati), guardiano fr. Giorgio SILVESTRI; comunità di TORINO (4 frati), guardiano fr. Zeno CARCERERI; comunità di TREVISO (11 frati), guardiano fr. Andrea MASSARIN; comunità di TRIESTE (5 frati), guardiano fr. Tiberio ZILIO; comunità di VENEZIA (6 frati), guardiano fr. Lino PELLANDA; comunità di VICENZA (8 frati), guardiano fr. Giulio CATTOZZO; comunità di COIMBRA (4 frati), guardiano fr. Domenico CELEBRIN; comunità di LISBONA (5 frati), guardiano fr. Fabrizio BORDIN; comunità di VISEU (3 frati), guardiano fr. Pedro PERDIGAO. Questi guardiani entreranno in servizio a metà settembre p.v.
 
Le comunità del CHILE – su delega dei frati capitolari – vedranno l’elezione dei guardiani dopo la visita del ministro provinciale a novembre c.a.
 
Le comunità di PADOVA-Immacolata, ROMA-San Marco (passata alla Provincia di Romania OFMConv), SABAUDIA e VERONA vengono chiuse come già deciso precedentemente il 31 agosto c.a.
 
Per i frati in servizio fuori provincia: 7 saranno a Roma per i servizi delle case della curia generale; 12 saranno a servizio delle case generalizie della Custodia di Assisi; altri 19 in servizio nell’Ordine.
 
I lavori riprendono nel primo pomeriggio con la preghiera dell’Ora media.
 
Segue in aula un lungo dibattito sulla proposta di rivedere (riducendolo) il numero dei capitolari nel prossimo Capitolo provinciale, e pure su alcune modalità della preparazione dello stesso. Si decide, dopo votazione, di modificare un paragrafo degli Statuti Provinciali approvati “ad experimentum” nella prima parte del Capitolo provinciale.
 
Si passa quindi all’elezione dei frati con particolari incarichi e responsabilità provinciali:

  • Rettori dei seminari: postulato di BRESCIA, fr. Alessandro PERISSINOTTO; post-noviziato di PADOVA (Seminario teologico Sant’Antonio Dottore), fr. Antonio RAMINA.
  • Presidenti delle commissioni provinciali: Commissione “Formazione”, fr. Antonio RAMINA; Commissione “Pastorale giovanile e vocazionale”, fr. Francesco RAVAIOLI; Commissione “Evangelizzazione e missione”, fr. Giancarlo ZAMENGO; Commissione “Attività caritative e stili di vita”, fr. Giancarlo CAPITANIO; Commissione “Economia”, fr. Carlo COMINI.
  • Altri incarichi: Direttore generale “Messaggero di Sant’Antonio”, fr. Giancarlo ZAMENGO; Direttore “Villaggio Sant’Antonio”, fr. Giancarlo CAPITANIO; Segretario del “Centro Provinciale Missionario”, fr. Valerio FOLLI; Assistente regionale “Milizia dell’Immacolata” (Liguria, Piemonte, Lombardia, Triveneto), fr. Bruno PESENTI; Assistente regionale “Milizia dell’Immacolata” (Emilia Romagna), viene delegato il Ministro provinciale con il suo Definitorio per la scelta in un secondo momento.

Si passa poi all’elezione dei Revisori dei conti: fr. Eugenio PRETI, fr. Remo SCQUIZZATO, fr. Giorgio SILVESTRI.

Per l'occasione l'addetto stampa del Capitolo, fr. Egidio Monzani, redige un comunicato stampa che viene diffuso a tutti i mezzi informativi attravarso l'ufficio stampa del Messaggero di S.Antonio, clicca qui...

Durante la preghiera della sera, i nuovi guardiani presenti a capitolo (e molti tra i neo-eletti che hanno raggiunto la sede capitolare appositamente) emettono il giuramento per assumere l’incarico affidatogli, come previsto dalle Costituzioni dell’Ordine.

Nel dopo cena una serata di fraternità raccoglie e stempera festosamente le fatiche di queste intense giornate di lavoro capitolare.
 

 
Mercoledì 24 luglio - Al mattino i capitolari celebrano le lodi comunitarie e la santa messa in Santuario “della Visione”, presideduta dal ministro provinciale, insieme ai fedeli presenti (sempre molto numerosi il mercoledì, giorno di mercato in paese).
Al termine della celebrazione fr. Giovanni Voltan con i concelebranti principali si reca presso la “Cella della Visione” per rendere omaggio a sant’Antonio ringraziandolo per i lavori svolti durante il Capitolo: i frati accompagnano la piccola processione con il canto delle litanie francescane.
 
Appunti44 low 
Alle 9:30 in aula riprendono i lavori. Viene data la parola a fr. Joaquin Agesta – delegato generale area CIMP: con linguaggio semplice e diretto esprime il gradimento per questi lavori capitolari, e ringrazia la Provincia per il segno importante che ha dato anche alle altre province dell’Ordine circa il buon esito del cammino di unificazione.
 
Il ministro provinciale poi esprime alcuni ringraziamenti: al ministro generale fr. Marco Tasca, al delegato generale fr. Joaquin Agesta. Al segretario e vice segretario del Capitolo, fr. Francesco Panizzolo e fr. Gilberto Depeder. Ai segretari e presidenti dei sottogruppi per il lavoro alacre di questi giorni: fr. Giorgio Laggioni, fr. Gianluca Morigi, fr. Tarcisio Centis, fr. Alessandro Perissinotto, fr. Giampietro Valbusa, fr. Matteo Martinelli, fr. Tullio Pastorelli, fr. Alessandro Zottarel, fr. Fernando Spimpolo, fr. Giancarlo Paris. Ai frati addetti ai servizi informativi fr. Egidio Monzani e fr. Andrea Vaona. Agli animatori liturgici fr. Nicola Zuin e fr. Antonio Bertazzo, agli addetti servizi ausiliari fr. Gianbattista Scalabrin e fr. Matteo Martinelli e fr. Valerio Folli. All’economo del Capitolo, fr. Adriano Zanon. Al personale e alla direzione della casa di spiritualità, fr. Giulio Cattozzo. Ad ogni frate capitolare per il bene profuso nella fatica di giornate tanto intense.
A chi ha preparato il capitolo, ai ministri provinciali delle due provincie poi unite, fr. Gianni Cappelletto e fr. Mauro Gambetti insieme a tutti i definitori. Per tutti loro un piccolo omaggio segno di stima e gratitudine.
 
Vengono ricordati gli appuntamenti dell’incontro dei guardiani il 16-17 settembre a Camposampiero, e quello dei delegati della pastorale giovanile il 17-18 dello stesso mese.
Poi le date delle professioni temporanee e solenni, nonché gli ingressi in noviziato ad Assisi.
 
Si apre quindi l’ultima sessione del capitolo. Prevede il ricordo dei frati defunti nell’ultimo quadriennio. Con un toccante ed essenziale video-album fotografico preparato da fr. Giuseppe Franco vengono ricordati uno alla volta i trentaquattro religiosi che sono tornati alla casa del Padre.
 
Fr. Tarcisio Centis suggerisce la consacrazione all’Immacolata della nuova Provincia Italiana di Sant’Antonio, da pensare come momento forte da preparare, nel ricordo anche della tradizione della ex provincia bolognese ed ex provincia patavina.
Fr. Carlo Vecchiato ringrazia a nome di tutti i capitolari il ministro provinciale e quanti anno collaborato per la realizzazione del Capitolo e per il lavoro avviato nel quadriennio 2013-2017.
 
Il canto del “Te Deum” e la benedizione finale chiudono i lavori di questo importante primo Capitolo provinciale della nuova Provincia Italiana di Sant’Antonio di Padova.
 

 
Il Signore ci dia Pace

il cronista del capitolo, fr. Andrea Vaona
p.s.: un grazie al supporto del MSA per la gestione tecnica del sito aggiornato periodicamente in queste giornate!
 
vedi qui il grafico con le visite al sito nei giorni della seconda parte del capitolo
...
(vai ad inizio seconda parte del capitolo - torna ad inizio pagina...)
...

 

© 2019 Provincia Italiana di S.Antonio di Padova | Privacy & Cookies
Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità alla direttiva europea 2009/136/CE. Accetto Informativa