Capitolo provinciale ordinario 2017 - prima parte

low 20170310capitolo2017 1 tutti i frati capitolariCAPITOLO PROVINCIALE ORDINARIO 2017

Dal 5 all'11 marzo 2017 la prima parte del 2° Capitolo Provinciale ordinario della «Provincia Italiana di S.Antonio di Padova» dei Frati Minori Coventuali.

AVVISI:

Da questa pagina web nei prossimi giorni si potrà leggere una breve cronaca delle giornate capitolari e leggere/scaricare i comunicati stampa. Rubriche utili:

Da domenica sera 5 marzo a sabato 11 mattina 70 frati francescani conventuali si riuniscono a Camposampiero, nella Casa di Spiritualità dei Santuari Antoniani, per vivere l’impegno del “Capitolo Provinciale Ordinario”. Sono in rappresentanza dei circa trecento religiosi che compongono la realtà della “Provincia Italiana di S. Antonio di Padova” dei frati minori conventuali, una delle tre famiglie francescane scaturite dal carisma di san Francesco d’Assisi. Questa giurisdizione – che ha la sua sede storica a Padova nella Basilica del Santo – comprende tutto il nord Italia (Emilia Romagna compresa) e le circoscrizioni custodiali del Ghana, dell’Indonesia, della Francia-Belgio nonché le delegazioni del Portogallo e del Chile.

L’assemblea capitolare riunita ogni quattro anni prevede l’incontro fraterno per una valutazione del quadriennio vissuto e una progettazione del quadriennio a venire, in un clima di preghiera e dialogo. In tale occasione conclude il suo mandato il frate alla guida della Provincia, ossia il Ministro provinciale (ora padre Giovanni Voltan), e si provvederà a metà settimana dei lavori per la nuova elezione del frate che guiderà la realtà religiosa nei prossimi anni, aiutato poi da un gruppo di religiosi da lui designati. Tutti i frati della Provincia hanno diritto di voto nell’elezione del Ministro provinciale.

Al termine di questi importanti lavori, presieduti da padre Marco Tasca, Ministro generale dell’ordine dei frati minori conventuali, già Ministro provinciale del nord Italia, i frati avranno tempo per elaborare con attenzione un progetto per il quadriennio a venire, progetto che verrà valutato e approvato nella seconda sessione del Capitolo provinciale, anche questa vissuta sempre a Camposampiero tra la fine di giugno e l’inizio di luglio. In questa seconda sessione il Capitolo provvederà anche all’elezione dei “frati guardiani”, ossia i responsabili delle singole trenta comunità, nonché di numerosi incarichi di direzione o animazione delle tante opere legate alla Provincia religiosa (a Padova Messaggero di S. Antonio Editrice, Villaggio S. Antonio, Istituto Teologico S. Antonio Dottore, Caritas Antoniana; a Ravenna Centro Dantesco; a Monselice Comunità S. Francesco, solo per citarne alcune).

Contrariamente al solito, in questa sessione capitolare non sarà necessario individuare un nuovo Rettore per la Basilica del Santo in quanto è stato recentemente eletto dal pontefice padre Oliviero Svanera, in sostituzione del compianto padre Enzo Poiana.


20170305 1802045 marzo - Camposampiero (PD), Casa di Spiritualità dei Santuari Antoniani - Durante il pomeriggio i frati capitolari giungono da ogni dove e vengono premurosamente accolti dalla Casa di Spiritualità e dai confratelli di Camposampiero. Come previsto alle 18:00 ha inizio la preghiera dei vespri solenni della Prima domenica di quaresima nella Chiesa della Casa di Spiritualità: è fr. Giovanni Voltan - Ministro provinciale - a presiedere la celebrazione. E’ in questa occasione di preghiera che fr. Giovanni rivolge ai presenti il benvenuto più fraterno, salutando tutti i frati, e presentando in particolar modo quanti arrivano da più lontano con i loro incarichi di rappresentanza: Indonesia, Ghana, Brasile, Chile, Portogallo, Francia-Belgio. Nella preghiera si auspica la presenza dello Spirito di Dio perché possa illuminare i lavori di verifica e di chiamata al servizio fraterno.
 
Terminata la preghiera, i frati si recano nell’aula magna, dove il presidente del Capitolo, fr. Marco Tasca (Ministro Generale) accoglie tutti calorosamente e avvia celermente le procedure canoniche di inizio dei lavori capitolari. Si comincia con l’elezione del segretario del Capitolo, nella persona di fr. Alessandro Zottarel (che sarà coadiuvato da fr. Gilberto Depeder). Vengono poi scelti numerosi altri frati per i diversi uffici canonici e altri servizi nelle giornate capitolari.
 
Terminati tutti gli atti dovuti, fr. Marco Tasca rende partecipi i frati capitolari di due missive indirizzate ai frati riuniti in capitolo da parte di due corrispondenti laiche da Vicenza. L’argomento delle missive potrà essere eventualmente oggetto di riflessione nella seconda parte del Capitolo provinciale.
 
Ancora, fr. Marco cede la parola a fr. Simone Tenuti, firmatario di una ulteriore lettera rivolta a tutti i frati riuniti in Capitolo nelle diverse province in Italia quest’anno: il testo (elaborato insieme a fr. Antonio Petrosino) è un invito alla riflessione da parte del CNPGV di Assisi in vista del sinodo sui giovani proposto da papa Francesco.
 
Conclusa ogni formalità, il presidente del Capitolo, fr. Marco, chiude la prima sessione e lascia al segretario capitolare il compito di indire la seconda sessione per lunedì 6 marzo alle ore 9:00 (dopo la celebrazione eucaristica delle ore 7:30).
 
La cena chiude la giornata nella gioia dell’incontro di tanti frati ritrovatisi dopo lungo tempo di servizio e missione. - fr. Andrea Vaona, addetto stampa - clicca qui per questa cronaca in PDF


20170306capitolo2017 66 marzo - Camposampiero (PD), Casa di Spiritualità dei Santuari Antoniani - lunedì 6 marzo - L’intensa giornata capitolare ha inizio alle 7:30 con la santa messa presieduta dal Ministro generale dell’Ordine, p. Marco Tasca: nell’omelia amplifica le suggestioni suscitate dal vangelo delle tentazioni proposto dalla liturgia della prima domenica di quaresima, attualizzando il messaggio per la vita della fraternità dell’Ordine e della Provincia.

I lavori capitolari invece iniziano alle 9:00. Oggi è prevista la presentazione al Capitolo di tre relazioni fondamentali: quella dell’assistente generale FIMP p. Joaquin Agesta; quella del Ministro provinciale p. Giovanni Voltan e quella dell’economo provinciale fr. Carlo Comini.
Al termine delle prime due relazioni c’è lo spazio in aula per domande ed approfondimenti.

L’articolata presentazione della relazione dell’economo provinciale viene sospesa alle 19:00 e la conclusione rimandata all’indomani.

Alle 19:20 i frati si riuniscono in Chiesa per la preghiera. Presiede la celebrazione dell’ufficio delle letture e dei vespri il Custode del Sacro Convento p. Mauro Gambetti.

A margine dei lavori strettamente capitolari ricordiamo che al mattino, prima della pausa pranzo, il Ministro generale ha ceduto la parola a p. Giovanni Palleva che ha condiviso la sua testimonianza delle giornate vissute in un’esperienza inter-obbedienziale ad Amatrice e altri centri colpiti dal terremoto, esperienza di condivisione e servizio e ascolto alle popolazioni ancora gravemente colpite dagli effetti devastanti del sisma.

La cena chiude serenamente una giornata davvero impegnativa ma anche coinvolgente nel ringraziamento a Dio per quanto è stato richiamato alla memoria e sintetizzato nelle relazioni della vita della fraternità provinciale in questo quadriennio 2013-2017. - fr. Andrea Vaona, addetto stampa - clicca qui per questa cronaca in PDF


20170305capitolo2017 27 marzo - La celebrazione eucaristica del mattino è affidata nella presidenza a fr. Ottavio Carminati (guardiano e parroco della comunità di S.Francesco a Genova-Albaro): è l’occasione anche per ricordare suo fratello e nostro confratello p.Domenico, da tre anni nella fraternità del cielo.

I lavori capitolari riprendono alle 9:15 in aula magna. Come previsto si ascolta la seconda parte della relazione dell’economo provinciale, fr. Carlo Comini. Alcune domande di approfondimento e chiarimenti chiudono questa importante relazione.

Si procede poi tutto il giorno con l’ascolto delle sintesi delle altre relazioni principali: la relazione del Definitorio uscente, proposta da p. Oliviero Svanera (vicario provinciale e definitore, da ottobre anche Rettore della Basilica del Santo); la relazione del custode di Francia-Belgio, p. François Xavier Bustillo; la relazione del custode del Ghana, p. Anthony Kutiero Bezo; la relazione del custode di Indonesia, p. Maximilianus Kalef Sembering; la relazione sulla Delegazione del Portogallo, offerta da p. Fabrizio Bordin; la relazione sulla Delegazione del Chile, proposta da p. Maurizio Bridio; la relazione del Direttore Generale del “Messaggero di Sant’Antonio”, p. Giancarlo Zamengo. Tra un intervento e l’altro, lo spazio per un veloce confronto tra i capitolari e i relatori, con domande ed approfondimenti.

Le relazioni su Caritas Antoniana, Villaggio Sant’Antonio, Istituto Teologico Sant’Antonio Dottore, Centro Dantesco, Centro Studi Antoniani, Secondo Ordine, Ordine Francescano Secolare, Milizia dell’Immacolata, Centro Provinciale Missionario e Vicepostulazione sulle Cause di beatificazioni si danno già lette e conosciute dai frati capitolari in quanto distribuite ai medesimi e alle comunità nei mesi precedenti.

La preghiera dei Vespri alle ore 19:40 - presieduta da p. Joaquin Agesta, Assistente generale FIMP - conclude la giornata.

Domani ogni comunità della Provincia religiosa ed i frati capitolari celebreranno la santa messa votiva dello Spirito Santo per l’elezione del Ministro provinciale. - fr. Andrea Vaona, addetto stampa - clicca qui per questa cronaca in PDF -


20170308capitolo2017 1low8 marzo - La celebrazione eucaristica del mattino è in comunione con tutte le comunità provinciali e - come da tradizione - segue il formulario della messa votiva dello Spirito Santo, per invocare la sua azione in queste ore di lavoro e di scelta del Ministro provinciale. E’ proprio p. Giovanni Voltan a presiedere questa santa messa al termine del suo mandato quadriennale, coadiuvato da p. Giancarlo Zamengo (definitore e Direttore generale MSA) e p. Federico Santolin (definitore e Segretario provinciale).

Alle 9:15 i frati sono nuovamente riuniti in aula magna per ricevere le indicazioni sui lavori di questa giornata. E’ previsto infatti il lavoro nei gruppi di confronto sulla vita della provincia religiosa nelle sue numerose dimensioni. I frati vengono suddivisi in 5 gruppi, guidati da un moderatore e assistiti da un segretario che avrà il compito di raccogliere tutto il materiale di discussione e preparare un documento che verrà presentato l’indomani, giovedì 9 marzo.
Il lavoro dei gruppi occupa tutta la giornata ed è orientato da 12 domande/temi che guidano la discussione franca e fraterna.

Alle 19:20 la preghiera dell’ufficio delle letture e dei vespri raccoglie nello spirito orante le fatiche della giornata.

Visto lo stato di avanzamento dei lavori, è prevedibile che nella tarda mattinata o nel primo pomeriggio di giovedì 9 marzo ci siano lo spoglio delle schede di elezione del Ministro provinciale e tutte le operazioni di voto previste. - fr. Andrea Vaona, addetto stampa - clica qui per questa cronaca in PDF -


20170309capitolo2017 b 569 marzo - La celebrazione eucaristica apre l’intensa giornata capitolare. Presiede la santa messa il Custode di Francia-Belgio p.Francois Xavier Bustillo, concelebranti p.Anthony Kutiero Bezo (Custode della Custodia del Ghana) e p.Maximilianus Kalef Sembering.

Alla ripresa dei lavori, l’assemblea ascolta le 5 relazioni dei segretari dei sottogruppi dopo il lavoro di ieri. Il loro lavoro confluirà in un documento sintetico che sarà utile nel lavoro capitolare dei prossimi giorni e per il nuovo Definitorio.
Si ascolta poi la relazione finale dei tre frati della commissione degli uditori delle cause nonché la dettagliata relazione della commissione dei revisori dei conti.
Quindi viene data voce a fr.Rogerio Pereira Xavier, segretario provinciale della Provincia di San Francesco del Brasile, che aggiorna il capitolo sulla situazione di questa Provincia e sul cammino in generale dei frati delle circoscrizioni del sud America, in particolare negli aspetti della formazione.
Con questa comunicazione il presidente del capitolo dichiara conclusa la sessione e invita i frati - dopo una breve pausa - alla nuova sessione per l’elezione del ministro provinciale.

Dopo la pausa e l’appello, tutto è stato predisposto per avviare lo spoglio delle schede inviate al capitolo dai 267 frati aventi diritto di voto. Lo spoglio procede lento e regolare, lasciando minuto dopo minuto l’impressione che l’elezione sarà positiva.
Infatti a mezzogiorno lo spoglio è concluso e p.Giovanni Voltan risulta eletto nuovamente alla guida della Provincia. Tutto è salutato con gioia e non poco stupore visto che mai prima d’ora nell’attuale provincia e nella ex-provincia Patavina un ministro provinciale era stato eletto per lettera la rimozione scrutinio per suffragio universale. Voltan riceve 187 voti sui 267.
P.Giovanni visibilmente emozionato ringrazia i frati per il consenso datogli e chiede l’aiuto nel servizio e il sostegno o nella preghiera.
I frati capitolari si spostano in Chiesa per la preghiera dell’ora media, il canto del Veni creator e la formula del giuramento del nuovo Provinciale. Al termine la bella tradizione del saluto fraterno di ogni frate capitolare e dei frati giunti apposta a Camposampiero per l’evento, tra questi i post-novizi del Seminario Teologico S.Antonio Dottore di Padova.
Il pranzo scioglie nella fraternità le emozioni del mattino.

Alle 15:30 i frati sono nuovamente riuniti in aula per proseguire in modo serrato i lavori capitolari previsti. Il Ministro generale propone di passare già all’elezione del gruppo dei Definitori provinciali. Il Ministro provinciale prende la parola, ringrazia ancora i frati capitolari per la fiducia accordatagli e informa che di fatto avrebbe già individuato i religiosi da proporre al servizio di definitori provinciali. Avvisa che due componenti del precedente Definitorio hanno concluso la loro esperienza decennale e li ringrazia particolarmente: fr.Federico Santolin nel ruolo di segretario provinciale per 12 anni e fr.Carlo Comini nel ruolo di economo provinciale per 11 anni.  Pertanto nel gruppo di nuovi definitori che propone ci saranno dei nuovi religiosi rispetto al gruppo precedente.
Al termine delle lunghe operazioni di voto previste dal regolamento risultano eletti:

  • fr.Roberto Brandinelli, definitore, nuovo vicario provinciale (attuale Guardiano del Convento dei Santi XII apostoli a Roma, curia generalizia ofmconv, originario di Savignano sul Rubicone - FC, 1967, frate dal 1993);
  • fr.Andrea Vaona, definitore, nuovo segretario provinciale (attuale Segretario dell’“Istituto Teologico S.Antonio Dottore a Padova, originario di Venezia - Mestre,  1969, frate dal 1994);
  • fr.Giancarlo Capitanio, definitore al secondo mandato, (attuale Direttore del Villaggio S.Antonio a Noventa Padovana, originario di Lecco, 1966, frate dal 1991);
  • fr.Giancarlo Zamengo, definitore al secondo mandato (attuale Direttore generale MSA, originario di Boara Pisani - PD, 1957,frate dal 1976);
  • fr.Fernando Spimpolo, definitore (attuale Parroco della Parrocchia di S.Antonio di Padova all’Arcella, originario di Montagnana - PD, 1958, frate dal 1992);
  • fr.Francesco Panizzolo, definitore (originario di Dolo - VE, 1977, frate dal 1997);
  • fr.Antonio Ramina, definitore al secondo mandato (attuale Rettore del Seminario Teologico S.Antonio Dottore e Guardiano del Convento S.Antonio Dottore a Padova, originario di Vicenza, 1970, frate dal 1999).
  • fr.Valerio Folli, definitore al secondo mandato (già Segretario del Centro Provinciale Missionario, originario di Imola, 1974, frate dal 2001)


Vista l’ora ormai tarda, i lavori vengono sospesi per essere ripresi l’indomani.

I frati capitolari si recano quindi al Santuario del Noce per la preghiera dei Vespri animata dalle sorelle Clarisse del “Monastero  di S. Antonio al noce e beata Elena Enselmini". - fr. Andrea Vaona, addetto stampa - clicca QUI per questa cronaca in PDF -


low 20170310capitolo2017 2 i frati definitori col provinciale10 marzo - Al mattino i frati si riuniscono per la preghiera dell’ufficio delle letture e delle lodi mattutine.

Alle 9.15 riprendono i lavori in aula magna. Dopo l’appello si riprende la “scaletta” degli impegni capitolari con l’elezione dei delegati al Capitolo Generale OFMConv (sono previsti due capitoli, uno nel 2018 per le nuove Costituzioni e quello Ordinario elettivo nel 2019). L’assemblea riflette su alcune opportunità da rispettare nella scelta dei candidati. Al termine delle operazioni di voto risultano eletti: fr.Fabrizio Bordin, fr.Maurizio Bridio, fr.Francesco Panizzolo, fr.Francesco Ravaioli.

Si passa poi all’elezione per ballottazione dell’economo provinciale e dell’esattore provinciale: vengono eletti rispettivamente fr. Giancarlo Capitanio (definitore provinciale già eletto ieri) e fr.Antonio Guizzo.

I capitolari sospendono i lavori e si recano in Chiesa del Santuario della Visione per la celebrazione eucaristica, presieduta dal fr.Maurizio Bridio della Delegato provinciale del Chile, accompagnato da fr.Fabrizio Bordin (delegato provinciale del Portogallo) e fr.Domenico Celebrin.
All’interno della celebrazione, prima della conclusione con la benedizione finale, i definitori prestano giuramento per il loro servizio alla presenza del Ministro Generale. Poi il Ministro Provinciale affida a sant’Antonio di Padova la Provincia religiosa con una preghiera particolare dalla cella della visione.

Alla ripresa dei lavori dopo la preghiera dell’ora nona, in aula i capitolari ascoltano la lettura del documento di sintesi preparato dal segretario del capitolo con i segretari dei sottogruppi. Al termine della lettura si anima un lungo e interessante scambio di opinioni in merito. Da questo confronto nasce poi l’esigenza di ritornare nei sottogruppi per individuare i temi specifici e le priorità di lavoro per la seconda parte del capitolo.
Concluso il lavoro dei sottogruppi i segretari elaborano una sintesi delle idee maturate nei gruppi e si torna in aula per il confronto. Anche in questo caso lo scambio è lungo e serrato. Tutto questo porta i capitolari a trovare alcuni punti di lavoro da affidare al governo della provincia, nell’invito al medesimo di fare riferimento al materiale globale maturato in questi giorni nei lavori di gruppo. Parimenti, i capitolari esprimono il desiderio di concludere il capitolo l’indomani con una messa finale presieduta dal Ministro provinciale ri-eletto.

La preghiera dei vespri e la cena chiudono la giornata capitolare. - fr. Andrea Vaona, addetto stampa - clicca QUI per questa cronaca in PDF -


20170311capitolo201711 marzo - I lavori ufficiali del Capitolo provinciale, nella sua prima parte, sono stati chiusi ieri sera.

Questa mattina i frati capitolari portano però a compimento la loro esperienza fraterna ritrovandosi alle 7.30 per la Santa messa, per ringraziare Dio dell’esperienza vissuta. La celebrazione è stata presieduta da p.Giovanni Voltan, Ministro provinciale rieletto, assistito da p.Roberto Brandinelli (nuovo vicario provinciale) e p.Andrea Vaona (nuovo segretario provinciale).
Nell’omelia p.Giovanni ha fatto un breve escursus biografico degli ultimi 8 anni vissuti all’interno del servizio di animazione della provincia, e ringraziando i confratelli per il consenso manifestato in questa occasione. Non sono mancati  il ricordo grato di tanti religiosi che hanno accompagnato questa esperienza di animazione e la proposta di una traccia di riflessione su quanto Dio stia chiedendo alla fraternità provinciale alla luce della sua Parola.
L’augurio è che si apra un tempo di riflessione e scambio nelle singole comunità per permettere che la seconda parte del Capitolo possa portare i frutti desiderati.

Terminata la santa messa e dopo la colazione i capitolari sciamano come api operose verso le loro comunità per condividere con quei confratelli l’esperienza vissuta. - fr. Andrea Vaona, addetto stampa

P.S.: il testo delle preghiere dei fedeli della messa di questa mattina

Cel. Fratelli eleviamo con fiducia la nostra preghiera al Signore, affinché per l’intercessione di Sant’Antonio, ci renda umili ascoltatori della Parola  e pronti a mettere in pratica comandamento nuovo.
Preghiamo insieme e diciamo: Donaci Signore un cuore nuovo!
1.    Per il Papa, i vescovi, i presbiteri: nutriti dalla Parola e fortificati dal sacramento che celebrano ogni giorno,  possano esercitare il ministero di guida e di annuncio in modo sempre più efficace, preghiamo.

2.    Per i capi di stato e di governo: ricerchino sempre di più le vie della giustizia, della pace e della cooperazione internazionale per contribuire a realizzare la civiltà della verità e dell’amore, preghiamo.

3.    Per il Ministro Provinciale e i frati del Definitorio: sostenuti dalla nostra preghiera e dalla nostra disponibilità guidino la fraternità provinciale, ad imitazione di Francesco e Antonio, ad una ricerca sempre più appassionata del Regno di Dio e della sua giustizia, preghiamo.

4.    Per i nostri confratelli ammalati: l’amore fraterno e l’attenzione premurosa di tutta la fraternità sia balsamo e consolazione per le loro infermità, preghiamo.

5.    Per gli adolescenti e i giovani: perché come il giovane Antonio abbiano il coraggio di cercare, e possano trovare la vera gioia in una vita spesa tutta per il Vangelo e per i poveri, preghiamo.

Cel. Donaci o Padre il tuo Santo Spirito, lo Spirito della Verità e dell’Amore, la sua forza ci spinga ad amare il nostro prossimo sempre e comunque  per poter raggiungere la perfezione. Te lo chiediamo per l’intercessione del tuo Figlio Gesù, nostro Signore, che vive e regna nei secoli dei secoli.  AMEN.

- clicca qui per questa cronaca in PDF -


una carrellata di immagini delle nostre realtà e fraternità (foto fr.GvVolt)
.

.

.

.

.

  bannerofmconv    banner csa    banner csp    banner cammino2        
© 2017 Provincia Italiana di S.Antonio di Padova | Privacy & Cookies
Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità alla direttiva europea 2009/136/CE. Accetto Informativa