Giovani e missione: cammini di formazione - testimonianza di Francesca B.


20190511-missio  3Giovani e missione: cammini di formazione

Pubblicihiamo una breve testimonianza di una giovane dell'Arcella che ha partecipato al percorso di formazione missionaria.

Mi chiamo Francesca, e sono una componente del gruppo “Viaggiare per Condividere”, percorso di formazione in preparazione ad una esperienza missionaria proposta dal Centro Missionario della Diocesi di Padova e da diversi religiosi tra cui i Frati Minori Conventuali. Partire per la missione richiede una preparazione, in quanto è necessario essere pronti nello spirito e nella mente per affrontare il viaggio che intraprenderemo la prossima estate. Non è una vacanza, nemmeno un semplice viaggio: sarà una Missione. Una missione che non ha niente a che fare con i fumetti dei supereroi, ma un’esperienza volta alla condivisione e alla fraternità con persone e popoli diversi, con culture ben lontane dalla nostra, uniti insieme nella fede.

All’inizio avevo molta paura, non mi sentivo pronta a lasciare casa per andare in un luogo dove sapevo che ci sarebbero state molte difficoltà. Poi, via via che mi confrontavo con gli organizzatori, mi sono sentita capace di poter gestire tutte queste preoccupazioni. Mi sono informata per i vaccini per la febbre gialla e per altre possibili vaccinazioni e ho avviato la richiesta per ottenere il passaporto (è il mio primo viaggio fuori dall’Unione Europea!); ma soprattutto, ciò a cui sto dando maggiore importanza, sono le bellissime amicizie con i componenti del mio gruppo, coloro che partiranno per l’Angola insieme a me. Oltre agli aspetti strettamente tecnici, stiamo organizzando delle riunioni dove incontreremo i missionari che ci ospiteranno. Sono molto emozionata, perché sarà il primo vero approccio con la realtà del viaggio in Angola.

20190511-missio  1Ai molti ma doverosi impegni di questo periodo, si aggiungono le mie moltissime emozioni. Gioia, curiosità, ansia: tutte insieme. Mi pongo molte domande: “Cosa mi ha spinta a fare questo?”, “Saprai vivere in comunità?”, “Saprò rendermi utile senza risultare invadente e sarò sufficientemente aperta all’inevitabile e affascinante scambio culturale?”. All’inizio non sapevo bene cosa rispondere. Ora invece so che la scelta è stata il risultato di tante esperienze cominciate prima con gli scout, poi con la vicinanza ai Frati Minori Conventuali dell’Arcella di Padova e infine da episodi della mia vita. Inoltre, sono arrivata alla conclusione che con la condivisione fraterna e la preghiera saprò vivere questo viaggio con la giusta dose di curiosità, gioia ma anche insicurezza. Con queste motivazioni sono arrivata a dire “sì, partirò”.

Partirò il 18 Luglio per poi ritornare alla mia quotidianità padovana il 14 Agosto. Vorrei tanto poter tornare con un atteggiamento diverso verso la vita, più semplice, con meno paure e con un’idea di vita volto all’essenzialità. So che è un cammino arduo, ma sento di dover maturare un’esperienza vera, dove provare la carità cristiana nel senso vero della parola e dove sentirmi parte di una grande comunità volta al Bene, quindi a Dio. Con l’augurio di essere stata utile nello stimolarvi a vincere le paure e le diversità, auguro a tutti voi un buon cammino.

Francesca B.
© 2019 Provincia Italiana di S.Antonio di Padova | Privacy & Cookies
Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità alla direttiva europea 2009/136/CE. Accetto Informativa