documentario sui frati francescani ad Amatrice

raistoriaDocumentario sui frati francescani ad Amatrice

Terremoto in Centro Italia: Antoniano Bologna, su Rai Storia il documentario “Il Convento di plastica” per raccontare la vita dei frati ad Amatrice

In occasione dell’anniversario del terremoto del 24 agosto del 2016 che ha colpito il Centro Italia, Rai Storia (canale 54 del digitale terrestre e 805 di Sky e in streaming dal sito web RaiStoria http://www.raistoria.rai.it/direttatv.aspx ) manderà in onda “Il Convento di plastica”, una produzione interamente realizzata dal Centro dell’Antoniano di Bologna, che – si legge in una nota – “racconta del tempo vissuto da un gruppo di frati francescani ad Amatrice dopo l’evento sismico”.
Il documentario verrà trasmesso stasera alle 23, domani 23 agosto alle 16.50 e il 24 agosto alle 11.10.
Verrà mostrata – prosegue la nota – “la fotografia di una situazione precisa: quella trovata ad Amatrice i primi giorni di aprile, a sette mesi o poco più dal 24 agosto 2016, in una terra che non hai mai smesso di tremare”. “Al centro della narrazione – spiegano dall’Antoniano di Bologna – c’è l’attività che fra Massimo, insieme ad un paio di confratelli che si alternano al suo fianco, dal novembre del 2016 svolge nel cratere del sisma che ha colpito più volte Amatrice e tutto il territorio circostante”.
“Il racconto, condotto per immagini e parole, vuole essere una fedele e onesta documentazione della situazione e rinuncia ai canoni e ai ritmi del documentario contemporaneo per lasciare spazio alle testimonianze concrete”.
“È proprio fra Massimo – aggiungono – a fare strada in questo percorso che inizia da un container di 45mq, il ‘Convento di plastica’ per muovere gradualmente verso il suo fulcro: la relazione. Essere in mezzo alla gente di Amatrice, come la gente di Amatrice: arrabbiandosi e non sottraendosi ai dubbi e alla paura, ma non smettendo mai di ascoltare e agire, senza perdere la speranza”. Nel documentario è presente il brano di Luciano Ligabue “La terra trema amore mio”, la cui licenza è stata gratuitamente concessa dall’artista alla produzione dell’Antoniano.

Ricordiamo che anche alcuni nostri confratelli hanno offerto alcune settimane di servizio e presenza ad Amatrice con fr. Massimo Fusarelli.

Link:
© 2017 Provincia Italiana di S.Antonio di Padova | Privacy & Cookies
Continuando la navigazione, accetti il nostro utilizzo dei cookie in conformità alla direttiva europea 2009/136/CE. Accetto Informativa